/ Genoa  / TRIBUNA STAMPA – GENOA/INTER 17.02.18
18 Feb

TRIBUNA STAMPA – GENOA/INTER 17.02.18

Tribuna stampa ai limiti della capienza. tanto per parafrasare una storica battuta del grande Sandro Ciotti. Principe dei radiocronistri di un tempo ormai lontano. Si ai limiti della capienza ma non tanto per la calata sempre comunque cospicua di inviati dalla città meneghina e dintorni. Nazionali e internazionali. Ma sopratutto perché mai come questa volta i vari inviati appunto si sono fatti accompagnare da parenti, fidanzate, mogli e chi più ne ha più metta. Probabilmente una buona cena in riviera a base di pesce vero ha indotto molti a frequentare questa trasferta nella speranza di festeggiare il rilancio della beneamata così come si augurava Spalletti. Ma è stata per i più una serata indigesta. Un Inter praticamente inesistente, al di là delle assenze, ha ceduto sotto i colpi di un Grifone più Ballardiniano che mai. Tanto che dopo il raddoppio di Pandev proprio da parte degli ospiti invitati c’è stato un fuggi fuggi. Liberando praticamente i posti che molti colleghi venuti per lavorare, avevano dovuto cedere. Comunque tutto è bene quello che finisce bene. Dispiace che l’ospitalità  della  Società Genoa questa volta sia andata oltre le lecite o presunte lecite azioni appunto dell’ospitalità.  Network nazionali con inviati di prestigio. Caressa a fare Sky, non molto amato dalla tifoseria rossoblù. L’interista di provata fede ma sempre super equilibrato nei commenti Marco Civoli per il dopo gara. Francesco Rocchi che invece veste il rossonero a fare da contraltare nelle interviste del dopo partita. Par condicio. Chi invece della par condicio non se ne è fregato niente sono stati Quelli Che Il Calcio. In tribuna il duo dei conduttori Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Genoani fino al midollo accompagnati dell’ex Fulvio Collovati. Insomma una serata di gloria per la tanto vetusta oramai tribuna stampa dello stadio.

Nessun commento

I commenti sono chiusi